FIJLKAM Emergenza Sanitaria: Comunicazione alle Societa’ Sportive

Emergenza Sanitaria: Comunicazione alle Società’ Sportive

Oggi abbiamo appreso che fino al prossimo 8 marzo continueranno ad essere operanti nelle Regioni Emilia Romagna, Lombardia, Veneto e nelle Province di Pesaro e Urbino e Savona le misure straordinarie varate dal Governo per contenere e contrastare la diffusione del Virus COVID 19.
Con il prolungarsi delle restrizioni allo svolgimento delle attività, le Società Sportive si trovano ad affrontare problematiche gestionali ed organizzative gravose e del tutto impreviste ma è evidente che in presenza di una emergenza nazionale di tale gravità è importante fare ogni sforzo per la tutela della salute, seguendo scrupolosamente le indicazioni emanate dagli Organismi preposti.
La Federazione è in costante contatto con i Comitati Regionali coinvolti, monitorando la situazione e valutando le eventuali modifiche al Calendario agonistico Nazionale ed Internazionale, con l’obiettivo di individuare, assieme al Consiglio Federale, le soluzioni idonee a salvaguardare la regolarità della stagione sportiva e sostenere in ogni modo le Società Sportive ed i loro Atleti.
E’ notizia di poche ore fa la cancellazione, su disposizione del Governo Croato, della European Cup di Judo in programma a Zagabria, a testimonianza di una situazione in continua evoluzione.
Purtroppo, ad oggi, non siamo in grado di prevedere gli ulteriori sviluppi di un quadro così complesso, fermo restando che la Federazione è impegnata a tutti i livelli per condividere con tempestività le informazioni e fornire il massimo supporto alle Società Sportive. Con l’occasione, trasmettiamo in allegato una comunicazione inviata dal CONI e relativa ad un chiarimento in merito al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1° marzo u.s.
Nell’esprimere la più sincera vicinanza in questo momento così difficile ed auspicando che al più presto ci possano essere le condizioni per un rapido ritorno alla normalità, è gradita l’occasione per inviare i più cordiali saluti.

Domenico Falcone

Comunicato_urgente_su_applicazione_art._2_DPCM_1_marzo_2020

Detrazione Irpef

Detrazione Irpef per spese attività sportiva dilettantistica: precisazioni in merito al requisito dell’età   

L’Agenzia delle Entrate, tramite la rivista telematica FiscoOggi, affronta il tema della detrazione dall’Irpef delle spese sostenute per l’attività sportiva dei ragazzi e chiarisce che, la stessa, è pari al 19% della spesa, da calcolare su un ammontare massimo di 210 euro, e spetta per i ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni.

In considerazione del principio di unitarietà del periodo d’imposta, precisa ancora l’Agenzia delle Entrate, se il ragazzo ha compiuto 18 anni a luglio del 2019, la detrazione spetterà anche per le spese sostenute successivamente al compimento dell’età.

 Fonte: https://www.fiscooggi.it